Impianti

IGRAM è in grado di sviluppare impianti per la lavorazione e produzione di mangimi per animali con capacità oraria pari a 2 – 4 – 10 – 20 ton/h.

Gli impianti possono essere sviluppati con lay-out orizzontale o verticale e prevedono:

Ricevimento

La ricezione avviene dalla tramoggia di ricezione, in sacchi o alla rifusa, a mezzo di camion con o senza bilico ribaltabile o pala meccanica. Successivamente, una sequenza di trasportatori a coclea, elevatori a tazze e deviatori pneumatici, provvedono ad indirizzare le varie materie prime nella cella di stoccaggio prescelta.

Dosaggio

In un contenitore bilancia, posizionato su celle di carico, vengono dosate, in successione ed in funzione della ricetta in lavorazione e quindi in automatico, le varie materie prime. Tale dosaggio avviene tramite gli estrattori a coclea installati allo scarico di ogni silo.

Macinazione

Terminato il dosaggio dell’ultimo componente della ricetta l’apertura della serranda di scarico del contenitore bilancia consente il trasferimento, tramite l’ausilio di un trasportatore a coclea, del prodotto al molino di macinazione che provvede, in funzione della griglia installata, a ridurre le varie granelle in farina.

Miscelazione

La farina risultante dal processo di macinazione, tramite un trasporto pneumatico in depressione, viene trasferita al miscelatore discontinuo che, in un lasso di tempo variabile dai 5 ai 6 minuti provvede alla omogenizzazione della miscela di materie prime. La successiva apertura della serranda di scarico del miscelatore consente il passaggio, per gravità, della miscelata alla tramoggia di raccolta posta sotto il miscelatore stesso.

Cubettatura

Tramite un estrattore a coclea ed un elevatore a tazze il prodotto, viene trasferito dalla tramoggia del miscelatore al contenitore di pre-cubettatura posizionato sopra la pressa. La farina viene condizionata nel gruppo di condizionamento della pressa e quindi “cubettato” (“pellettato”). La cubettatura è un processo termo-meccanico.

Insacco

Il pellet estratto dalla torre di raffreddamento, viene depositato, tramite un elevatore a tazze, in un contenitore di stoccaggio alla cui bocca di scarico è installato un estrattore a coclea con funzione di dosaggio del prodotto da pesare e insacchettare tramite una bilancia insaccatrice semi-automatica.

Ogni sezione è progettata secondo le più attuali concezioni tecnologiche, oltre a queste sezioni standard il gruppo IGRAM è in grado di progettare e fornire anche la preparazione e i microdosaggi per integratori, linee di estrusione e di micronizzatura, dosaggio e l’addizione di liquidi.

[layerslider id="2"]